giovedì 30 marzo 2017

Recensione: The Protector - Jodi Ellen Malpas





Titolo: The Protector
Autore: 
Jodi Ellen Malpas
Casa editrice: Newton Compton 
Genere: Contemporary/Erotic romance
Prezzo: 5,99 € e-book 
9,90 € cartaceo
Data di pubblicazione: 
2 Marzo 2017 




La gente pensa di sapere chi è Camille Logan: una figlia di papà, bella, viziata e con un conto in banca che le permette di fare la vita che vuole. Ma Camille ha deciso di liberarsi dai legami familiari e di cavarsela da sola. Proprio quando tutto sembra andare per il verso giusto, però, le conseguenze di alcuni affari intrattenuti da suo padre con persone senza scrupoli minacciano la sua serenità. In bilico tra risentimento e paura, Camille deve anche proteggersi dai sentimenti burrascosi che le suscita l’ex cecchino pagato dal padre per difenderla… 
Jake Sharp ha commesso un unico errore sul lavoro, e le conseguenze sono state devastanti. Da allora ha giurato a se stesso che non accadrà mai più nulla di simile. Quando ha accettato l’incarico di guardia del corpo di Camille Logan, pensava si trattasse di un lavoretto semplice, ma si sta rendendo conto di essersi sbagliato. Ben presto il lavoro e i sentimenti si accavallano e, nonostante Jake conosca il rischio che si annida dietro questa ambiguità, Camille gli sta facendo perdere la lucidità, e per un militare questo è inaccettabile… 





Dire che aspettavo con ansia questo libro della Malpas, non rende ben l'idea di quello che io intendo con la parola ansia: immagini hot si sono susseguite nella mia mente per mesi, uomini belli da togliere il fiato, donne in balia dei loro sentimenti e croci e catene.
Scacciare dalla mia testa il Lord del maniero, Jesse Ward, era un'impresa titanica perché io amo a dismisura le follie di quest'uomo: paradossalmente i suoi difetti mi sembrano pregi! Ma questo è un caso a parte perché sono parecchio disturbata e prediligo libri con personaggi distorti, alfa e prepotenti. Quindi le aspettative su The Protector erano davvero altissime e il pacco, ovvero la delusione, era dietro l'angolo. Invece, nonostante il romanzo sia diverso dai precedenti, mi ha tenuta incollata fino all'ultima pagina.
Sono pazzo di lei. Ho bisogno di tenerla con me. Ho bisogno di proteggerla.
Prima di tutto The Protector è un romanzo stand-alone, autoconclusivo e quindi, rispetto alla This Man Trilogy, la storia si sviluppa tutta in un unico libro. All'apparenza sembra di avere meno tempo per affezionarsi ai personaggi, invece è tutto più a fuoco, più diretto e molto più emozionante.
Senza girare intorno alle cose, il punto forte della nostra amata Jodi Ellen Malpas è la descrizione e caratterizzazione del personaggio maschile, prima Jesse, poi Miller ed ora Jake.
Sono uno stronzo, disturbato e contorto, con l’anima e il cuore nero. Non dovrei rischiare di infettarla con i miei demoni. Eppure allo stesso tempo, sono qui a sperare che lei possa essere la cura che non stavo cercando.
Ecco parliamo di Jake Sharp: un uomo, anzi un armadio a quattro ante, un'esplosione di testosterone che cattura il lettore anche quando sta leggendo il punto di vista di Camille. Concreto, reale, affidabile ma molto complicato
Lontano dalle follie degenerative di Jesse e dai modi peccaminosi di Miller, Jake ammalia e seduce grazie al suo essere un uomo carismatico, perfetto nel suo ruolo di "guardia del corpo", letale anche solo con uno sguardo, senza dover impugnare la sua amata pistola. 
Mi trovo in conflitto, confuso, incapace di capire cosa c’è in questa ragazza che ha risvegliato tutte queste emozioni in me, emozioni ormai morte da anni. Da quando ho accettato questo incarico, ho cercato di essere forte, ho lottato per restare concentrato in mezzo a sensazioni confuse. Ho cercato di mettere tutto nella giusta prospettiva. Adesso credo che queste emozioni siano diventate più forti della mia capacità di combattere.
La tensione sessuale tra Camille e Jake è così palpabile, l'autrice è bravissima a creare questo climax crescente dove il lettore non vede l'ora di toccare con mano questa passione irrefrenabile, questo amore tanto inevitabile, quanto proibito. Jake ha un passato doloroso alle spalle, è un ex cecchino, addestrato e letale, una macchina da guerra e da sesso, un uomo che ha deciso di rinnegare i sentimenti ed convinto di non poter meritare la felicità. Camille è un angelo biondo, capace di curare questo orso ferito, rompere ogni barriera ed arrivare al cuore di Jake. 
Non solo al cuore, in realtà, ma come darle torto! 
Con un personaggio maschile così forte e dominante, c'è sempre il rischio di avere una controparte debole, vittima e succube. Camille Logan è una donna bellissima, modella, donna in carriera con il suo bagaglio di errori e problemi. Non cede in facili isterismi, non vuole essere considerata la solita bambolina bionda, sa cosa vuole e lotta per ottenerlo. La sua immagine pubblica non coincide con quello che lei è in realtà, ma non se ne cura. Sa distinguere la vita reale da quella "finta", dalla quella costruita dai tabloid, ed ha imparato a sue spese a cosa dare credito e da cosa, o da chi, scappare.
Si abbandona nelle braccia di Jake perché si sente finalmente protetta e sicura. "The Protector Jake" diventa per lei un porto sicuro. La sua vera casa. 
Mi sento come se tutta la pressione mi abbandonasse, lo stress e la confusione, tutto sparito. Il suo bacio è primordiale e spietato, il suo corpo potente spinge contro il mio. Lascio uscire un lamento, mi arrendo alla sua forza, mi aggrappo alle sue spalle mentre esploriamo le nostre bocche, avidi e disperati.
La storia è ricca di colpi di scena, non risulta mai noiosa, e, alla fine, comprendiamo il grande dolore che accompagna lo guardo cupo e tetro di Jake. Capiamo le sue remore a mostrarsi per quello che è soprattutto con Cami, le scelte che inevitabilmente hanno causato tutta la sua disperazione e la volontà di non voler perdere questa donna che ha segnato la sua rinascita emotiva. Non voglio rimarcare il fatto che le scene di sesso sono da togliere il fiato, ma lo faccio comunque! Sono insuperabili!
Il punto di vista alternato resta quello che prediligo, da un plus in più al romanzo e poi, mie care, entrare nella testa di Jake Sharp è qualcosa di meraviglioso! Assolutamente da non perdere!
Jodi Ellen Malpas non sbaglia un colpo, consiglio di leggere questo romanzo perché credo possa piacere anche a chi non ha completamente digerito la trilogia del maniero. (Pazze come avete potuto!) 







VOTO:

Nessun commento:

Posta un commento