martedì 11 ottobre 2016

Recensione: Life is Love - Claire Contreras



Titolo: Life is Love
Autrice: Claire Contreras
Casa editrice: Newton Compton
Data d'uscita: 6 Ottobre 2016
Pagine: 320
Prezzo ebook: 4.99 euro



Serie Hearts:
1. Life is Love
1.5 Torn Hearts
2. Paper Hearts
3. Elastic Hearts


Era il migliore amico di mio fratello maggiore.
Non doveva mai essere mio.

Pensavo che ci saremmo tolti il pensiero e saremmo andati avanti.

Uno di noi l’ha fatto.

Uno di noi se n’è andato.

Ora è tornato, guardandomi come se mi volesse divorare.

E tutti quei sentimenti che avevo trasformato in rabbia si stanno sviluppando in qualcos’altro, qualcosa che mi spaventa.

L’ultima volta mi ha spezzato il cuore.

Questa volta lo distruggerà.


La cosa bella della vita è che non sai mai quando ti rivelerà qualcosa che ti toccherà profondamente, così da non poter fare a meno di sentirti riconoscente, anche per le cose brutte.

La prima cosa che mi ha colpito di questo romanzo, sono i colori della copertina.
Sebbene, come al solito, non c'entri un cavolo con il tema del romanzo, devo dire che la scelta di Newton, questa volta, non mi ha affatto contrariata, anzi.
I colori sgargianti e il tema cangiante dell'ombrello hanno subito attirato la mia attenzione e quindi ho deciso di buttarmi a capofitto nella lettura di questo libro.
Diciamo che il titolo in lingua ("Kaleidoscope Hearts" ovvero "Cuori caleidoscopici") e la sua copertina originale, facevano tante promesse, che fortunatamente sono poi state mantenute in pieno dal libro.

"E' okay non essere okay, Elle."
"Ma io sto bene", rispondo accigliata.
"Non c'è bisogno che ti mostri forte con tutti, sai? E' concesso anche a te perdere il controllo. Hai perduto l'amore della tua vita, stai per vendere la casa che avete condiviso e ti sei trasferita da tuo fratello. Sono tante le cose da metabolizzare. E' okay non essere okay. E' okay prendersi una pausa dal lavoro, se ne hai bisogno."

La protagonista del romanzo è Estelle, un'artista direttrice di una galleria d'arte che ha appena perso il proprio fidanzato per un incidente in mare.
La vita della ragazza, da allora, non è affatto semplice. Elle passa le sue giornate a dibattersi tra il dolore per il fidanzato perso e la necessità di andare avanti, di voltare pagina. Dopo un anno dalla tragedia, non ha ancora spostato i sandali di Wyatt dal posto in cui li aveva lasciati dall'ultima volta e non è ancora riuscita a vendere nessuna delle sue opere.
Ma quando la incontriamo, la ragazza è davvero decisa a rifarsi una vita. 
Per questo lascia l'appartamento in cui conviveva con il fidanzato, si trasferisce a casa del fratello Vic e si decide finalmente a provare ad uscire con qualche altro uomo.
E stranamente tutto sembra andare per il verso giusto, almeno finchè nella sua vita non ricompare lui. Oliver.

Oliver Hart è uno dei migliori amici del fratello, è un brillante specializzando in
pediatria ed è il primo amore di Estelle. Oltre ad essere il primo (e l'ultimo) ragazzo ad averle spezzato il cuore.
I due si conoscono da sempre a causa del legame di Oliver con il fratello di Elle, ma nessuno dei due si è mai accorto dell'altro fino a che non si ritrovano da soli su un tetto di notte. Da allora il loro rapporto comincia a cambiare, trasformandosi in un'amicizia e, in seguito, in amore. Ma per qualche motivo, non è ancora il momento giusto per loro, e Oliver lascia Elle con il cuore infranto in mille schegge.
Schegge che metaforicamente la ragazza usa ogni giorno per creare i punti forte della sua arte: i cuori caleidoscopici. Cuori formati da schegge di vetro frantumato, riassemblate in magnifiche sculture. 
Quando Oliver ricompare, sembra ancora il ragazzo di cui Elle si era perdutamente innamorata, ma allo stesso tempo sembra aver maturato dentro di lui la consapevolezza dei propri sentimenti per la ragazza ed è determinato a riaverla nella sua vita.
Ma il cuore di Estelle è a pezzi, distrutto, completamente frantumato. Riuscirà Oliver a rimettere insieme i frammenti e a costruire la loro opera d'arte?


Mi lascio dilaniare da questi ricordi e spero che, anche da questa distanza, le onde portino via la mia sofferenza. Domani starò meglio, ma oggi mi lascio pervadere dal dolore. E va bene così.


Ho approcciato questo romanzo credendo che parlasse di una semplice storia d'amore tra una ragazza e il migliore amico di suo fratello, ma la verità è che c'è molto di più dietro questo.
Tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo trovati a raccogliere i pezzi di qualcosa. Amore, amicizia, famiglia, un progetto a cui tenevamo moltissimo, la nostra vita. 
E tutti noi, mentre ci facevamo forza e cercavamo di convincerci che saremmo stati bene, non abbiamo potuto fare a meno di ascoltare quella vocina nella nostra testa che ci sussurrava che non saremmo più stati gli stessi. Che non saremmo più riusciti a credere così tanto in qualcosa. Che non valeva la pena provare di nuovo, perchè quello che avevamo era ineguagliabile.
Tutti noi l'abbiamo fatto, ed è inutile nascondercelo.
Questo libro parla di Estelle e Oliver, parla della loro relazione, ma parla anche della bellezza che si trova dietro i cocci infranti di qualcuno. Dietro ogni crepa, ogni cicatrice, ogni battaglia affrontata, persa o vinta che sia.  
Questo romanzo racconta di una ragazza presa e buttata fuori dal suo angolino sicuro, strappata dalla sua vita per essere catapultata in una realtà dura e inaspettata.
Parla di una ragazza che non si è arresa e che alla fine è riuscita a conquistare quello che credeva impossibile.

Ognuno di noi è un cuore caleidoscopico.
Ognuno di noi è fatto delle schegge lasciate dalle brutte esperienze, dalle volte in cui ci siamo fatti male e dalle volte in cui ci siamo infranti al suolo. E ognuno di noi ha dovuto rimettersi in piedi, un po' barcollante e malmesso com'era, per riprendere in mano la propria vita.
Spesso vediamo i nostri fallimenti come una cosa da tenere nascosta, recitiamo la parte delle persone intoccabili per non svelare le nostre vulnerabilità. Ma sono le nostre fragilità ad ispirare gli altri e a dargli la forza di rialzarsi anche quando non sembrano esserci speranze.
Mi è piaciuto moltissimo questo libro per il messaggio che ha.
La storia non è la più emozionante che io abbia mai letto, i personaggi sono reali, ma non sono di sicuro quelli che mi sono entrati di più nel cuore, ma la morale veicolata da queste pagine è una delle più belle che io abbia mai letto.
So che molte persone pensano che il "Mai arrendersi" sia banale. Ma pensate a tutte quelle volte che l'abbiamo fatto. Pensate a quelle volte in cui ci siamo detti "Non ne vale la pena" o "Tanto non cambierà mai", o quando con qualche scusa ci siamo convinti a lasciare perdere qualcosa.
E ora ditemi, è davvero così scontato?

"Non sono cuori infranti, sono cuori caleidoscopici", lo correggo.
"E che la differenza fa? Sono fatti comunque di frammenti".
"La differenza è che sono già rotti, ma io utilizzo i pezzi per ricostruirli. La differenza è che al cuore viene data una seconda occasione; forse si spezzerà di nuovo, ma visto che è già in frammenti, è possibile che la prossima volta si faccia meno male".

La mia recensione non ha senso. 
Forse è perchè ho finito il romanzo solo da qualche ora e sento le parole ancora incise sulla pelle. Forse è perchè dopotutto sono anche io una persona sentimentale. Ma questo è quello che mi sento di dirvi su questo libro.
Leggetelo e fate vostro il messaggio contenuto nelle sue pagine. Assaporate ogni parola, ogni dialogo, ogni punto. Entrate nella storia di Estelle e imparate anche voi dai suoi errori.
E' il meglio che possa suggerirvi.
Spero di avervi lasciato qualcosa, che sia uno spunto di riflessione o il semplice desiderio di leggere il romanzo.
Noi ci vediamo prestissimo (molto più presto di quanto pensiate!)
 




VOTO: 


I cuori che realizzo sono infranti, ma interi: sono dei caledoscopi che risplendono al sole.
Simbolizzano la speranza dell'amore una volta che l'hai perduto perchè, proprio come l'amore, si può guardare attraverso un caleidoscopio in mille modi diversi e trovarvi ogni volta qualcosa di nuovo. Infranti o meno, se si presta attenzione, nei cuori si trova qualcosa di bellissimo, e si sa che tutte le cose belle sono un pochino ammaccate.

 

4 commenti:

  1. Messo subito in WL...non vedo l'ora di leggerlo *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Hai detto bene, va letto a tutti i costi ;)

      Elimina
  2. Wow una recensione bella ed intensa come poche, complimentissimi! Metto subito il libro in wl ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely,
      Grazie mille! Devi leggerlo assolutamente, un bacio

      Giulia

      Elimina