venerdì 18 novembre 2016

Venerdì Youfeel: Danza Per Me - Emily Pigozzi






Titolo: Danza per me
Autore: Emily Pigozzi 
Genere: Mood Erotico 
Editore: Rizzoli
Pagine: 100 pagine
Prezzo: 2,99 €
Data di pubblicazione: 30 Settembre 2016







Lei non conosceva il linguaggio della passione, lui le avrebbe insegnato i passi per raggiungere la felicità. Fin da bambina Bianca ha un sogno: diventare una famosa ballerina classica. Per questo studia duramente all’Accademia della Scala. Nella sua vita sembra non esserci posto per l’amore, il suo corpo è solo uno strumento per la danza. Ma un giorno, in seguito a un provino andato male, una delle sue insegnanti le spiega che il suo modo di ballare è corretto ma meccanico, senza sentimenti. Delusa e piena di dubbi, Bianca decide di partire e per caso, complici un treno guasto e un black-out, conosce Max. Giovane, bellissimo ed enigmatico, per Bianca è naturale confidargli i suoi problemi e le sue paure. Max le fa una proposta: sparire con lui per pochi giorni. Le insegnerà il gusto dell’amore e della sensualità. E subito dopo i due dovranno salutarsi, per non rivedersi mai più. Ma non sempre la vita va come previsto, spesso lo spettacolo è diverso dalle prove. Dopo quei pochi giorni nulla è più come prima: Bianca e Max si ritroveranno invischiati in una spirale di passione e di desiderio dalla quale sembra impossibile uscire, per quanto la vita provi a dividerli per sempre.
Un romanzo delicato e sorprendente, una passione che sboccia in punta di piedi e diventa un maestoso e sensuale passo a due. 

Il tempo e lo spazio, quando sono con quest'uomo, non esistono più.

"Danza per me" è il titolo di questo youfeel dal mood erotico scritto da Emily Pigozzi che, a mio parere, è una scrittrice molto brillante. Solitamente non amo il genere erotico poiché spesso gli scrittori confondono la parola erotico con la parola volgare. Bene, sono contenta di dire che Emily Pigozzi non fa parte di questa cerchia di scrittori, anzi, le scene erotiche, in questo romanzo della collana youfeel targata Rizzoli, sono scritte molto bene: egregiamente, oserei dire. Con questo preambolo, non posso far altro che dire che questo romanzo mi è piaciuto molto.

La danza è lacrime e sangue, è paura di non farcela, è l'eterna ricerca della perfezione che non arriverà mai, almeno per la maggior parte di noi.

Era da molto che non leggevo un romanzo in cui la protagonista era una ballerina di danza classica. Il tocco di genio sono sicuramente i sottotitoli dei capitoli, azzeccatissimi in tutto per tutto. Insomma, trovo l'idea di associare un capitolo al mondo della danza sia fantastico e soprattutto molto a tema. Davvero eccellente. La danza è il fulcro centrale di tutta la storia, altra cosa che mi è piaciuta di questo libro. Insomma, generalmente la trama viene archiviata, nel genere erotico, per lasciare spazio solo alle scene di sesso (per di più a volte molto volgari), mentre qui c'è la giusta dose di entrambe. La trama e l'erotismo vengono utilizzati in modo che tutto funzioni, senza che una delle due pesi di più sull'altra, rovinandone quella che io trovo una perfetta armonia.
‹Annusami Bianca.› [...]‹ L'odore è il più potente veicolo delle nostre emozioni. Un solo odore può scatenare un ricordo in modo così violento da farci tremare. Sentimi.›

Vorrei parlarvi dei personaggi, di Bianca e Max, per l'esattezza. Benché vi siano personaggi secondari e benché Max non si veda spesso, l'uno ha avuto un grande impatto sull'altra e viceversa. Io non credo nel destino o nel caso, insomma, non sono quel tipo di persona, ma ammetto che l'incontro tra i due mi ha accesa di speranza. La casualità con cui entrano l'una nella vita dell'altro è qualcosa di inebriante. È come se il destino esistesse davvero. Non so come spiegarlo, ma è qualcosa che ho trovato magico, qualcosa che piacerebbe avere anche a me. Sono destinati a stare insieme, a crescere e ad imparare l'uno dall'altra. Ho amato entrambi, indistintamente poiché insegnanti e allievi allo stesso livello.

Che dire, infine, della grammatica? Oh, ragazzi. È impeccabile. Adoro quando nei libri non solo la trama ha senso logico, ma c'è anche una scrittura impeccabile, non posso farci niente. È come se io raggiungessi la pace dei sensi. Il libro è perfetto, totalmente perfetto. Emily Pigozzi, per me, si è dimostrata essere una graditissima sorpresa, un'autrice che rileggerei con piacere, senza il minimo dubbio e alla quale auguro molta fortuna.
Alla prossima, cari lettori!






VOTO:

2 commenti:

  1. Risposte
    1. Ciao!
      Grazie a te per la meravigliosa opportunità!
      Un bacio,

      Giulia

      Elimina