lunedì 26 settembre 2016

Recensione: Odiami come io ti amo - Penelope Douglas

Attenzione: la recensione era pronta per essere pubblicata Giovedì 22, il giorno dell'uscita del romanzo, ma non essendo stata scritta per questo blog, ci sembrava poco corretto pubblicarla prima.
Ci scusiamo se le citazioni non saranno originali o se questa non è la prima recensione che leggerete di questo libro, ma è stata scritta con il cuore da una delle nostre Lettrici Accanite e ci tenevamo a pubblicarla.
Divertitevi!




Titolo: Odiami come io ti amo 
Autrice: Penelope Douglas 
Genere: New Adult 
Editore: Newton Compton 
Pagine: 288 
Prezzo: € 4.99 (ebook) 
       € 9,90 (e-book) 
Data di pubblicazione: 22 Settembre 2016




LA SERIE:
1) Mai per amore
1.5) Da quando ci sei tu
2) La mia meravigliosa rivincita
3) Non riesco a dimenticarti
4) Odiami come io ti amo
Tatum Brandt ha smesso da un pezzo di essere la ragazzina che fuggiva in lacrime a causa di Jared Trent. Adesso domina la pista, la velocità la fa vibrare e la folla urla il suo nome: è diventata la regina edelle corse. Stare al centro dell'attenzione non è un obiettivo, eppure non riesce a fare a meno di suscitare l'interesse di chi gravita nella sua orbita. Nonostante ciò, però, sembra che i suoi amici non facciano altro che parlarle di Jared. Hai visto Jared in TV? Cosa ne pensi della sua ultima gara, Tate? Quando tornerà in città? Ma Tate si rifiuta di pensarci. Sta sopravvivendo, anche se non ci avrebbe scommesso. Quando Jared tornerà a casa, si accorgerà che la Tatum che conosceva non esisteva più, che a Shelburne Falls i giochi sono cambiate ed è proprio lei a dettare le regole. A quel punto, Jared rinuncerà a lei per sempre o raccoglierà la sfiga, cercando di riconquistare il cuore della ragazza che ama da tutta una vita?

"Per le ragazze... Per Juliet, che crede che tutti si meritino una storia d'amore da sogno; Per Fallon, che pensa che se sappiamo quel che vogliamo davvero, allora non c'è proprio nulla da scegliere; e per Tate, che sa bene che dà molto più soddisfazione lottare per chi ami, piuttosto che con chi ami. Non mollate, ragazze."

Ciao ragazze! Sono a dir poco entusiasta di scrivere questa recensione per voi. Ho avuto l'onore di leggere questo romanzo in anteprima e non vedo l'ora di raccontarvi tutto quello che ho provato e sentito mentre scorrevo le pagine di questo bellissimo libro. Mi ha fatto piangere come una fontana. Sarà che sono depressa? Oppure mi avrà fatto riflettere su tante cose? Io dico la seconda, ma ahimè sorelle e amici sostengono fermamente la prima. Ma passiamo oltre.
Chi ha letto i precedenti libri sa quanto Jared e Tate abbiano sofferto per stare insieme ed ora? Ora scoppia il finimondo ragazze. Il libro si apre esattamente dove si era concluso il precedente, solo con qualche dettaglio in più, che in questo romanzo è rappresentato da un litigio atroce per entrambi. Jared se ne va distrutto dall'addio datogli da Tate. Penso che tutte qui speriate che questo "addio" sia per qualche mese, e invece no durerà un sacco di tempo.


"Devo avere Tate nella mia vita. Mi aspetterà. Mentre afferro il borsone e me ne vaedo, so che tornerò. Devo fare questa cosa per me, ma tornerò qui per lei. Non mi serve neppure un anno, a dirla tutta. Mi bastano solo sei mesi. A quanto pare, sei mesi erano troppi."

Io qui ho detto: OH MY GODDDD! Ci sono rimasta malissimo, anche perché li finiva il capitolo e si passava diretta ai due anni e dico DUE ANNI successivi. Non sto qui a raccontarvi tutta la storia ragazze, ovviamente si capisce che Jared aveva mantenuto la promessa che si era fatto a se stesso, ma a Tate questa volta, non era bastato. L'aveva abbandonata già due volte e lei non aveva nessunissima intenzione di aspettarlo ancora.
Devo essere del tutto onesta, sono in difficoltà, perché vorrei scrivere tantissime cose ma ho paura di cadere in spoiler che non vi servono affatto, in quanto lo leggerete sicuramente tutto d'un fiato come ho fatto io. Non ci ho messo neanche ventiquattro ore a finirlo. Mi ha tenuta con il fiato sospeso, mi ha fatto versare un sacco di lacrime e mi ha fatto riflettere tantissimo. 
Ogni volta che dovevo lasciare la lettura per andare avanti con la mia vita quotidiana, avevo il magone classico di chi deve assolutamente sapere come va a finire. Avevo grandi aspettative e giuro, giuro, che sono state tutte soddisfatte a pieno. Ho amato la loro storia nei primi due libri, ma questo, questo è il top. Si vede la crescita di Jared, la consapevolezza del suo amore e del suo bisogno di Tate. Dall'altra parte troviamo una Tate che ha paura, che dopo tanto tempo sta ancora soffrendo per lui, perché fondamentalmente, non ha mai smesso di amarlo. Lo ama, come lo amava quando aveva dieci anni, come lo amava quando ne aveva diciotto. Penso che nella realtà delle cose, nel mondo in cui viviamo, un amore così difficoltoso, ma così puro, è davvero raro.

"«Amo la sensazione del vento in pista, Tate. E in strada». Scosse il capo, quasi triste. «E' l'unico momento in cui io e te siamo insieme». Guardai di nuovo in basso verso di lui e mi venne il magone. Gli vidi il pomo d'adamo andare su e giù mentre degluttiva. «Non ho mai voluto le altre». La sua voce profonda era ridotta praticamente a un sussurro. «Me ne sono andato per diventare un uomo per te. Così sarei potuto tornare»."

E leggere questa storia mi ha dato modo di riflettere su una parte della mia vita a cui non volevo pensare. Questo libro mi ci ha messo davanti a piè pari, senza chiedere il permesso, mi si è scaraventato contro, come a dire:"è ora che tu rifletta". Ed ho riflettutto, eccome se ho riflettuto. 
Sarò ripetitiva, ma non lo dimenticherò, come non dimenticherò la loro storia e il loro amore che seppur ostacolato dalla ragione, è sempre rimasto forte e costante. 
Sono scesa troppo nel personale? Probabilemente, ma quando questa mattina pensavo al libro, alla recensione, a ciò che dovevo scrivere, riuscivo solo a dire, apri il tuo cuore, è questo ciò che il libro vuole da parte tua. Una recensione troppo basilare, che si limitava alla descrizione dei personaggi e della storia, sarebbe risultata banale e non mi piace scrivere cose banali, le trovo insulse.
L'ultima cosa poi vi saluto, sappiate che se leggere questo libro è stata un'agonia, scrivere questa recensione è stato praticamente un parto. Posso solo dirvi di leggerlo, di gustarvelo e andare oltre le sole parole, cercate di comparare le empozioni che hanno provato Jared e Tate nella vostra vita, solo così potrete capire a pieno ciò che l'autrice ha voluto comunicare.








VOTO:

PS:"Esisto come sono e tanto mi basta"

2 commenti:

  1. Ciao! Ho sentito tanto parlare di questa serie...prima o poi riuscirò a leggerla! Bella recensione ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merita veramente tanto! Ovviamente è consigliatissima, se hai tempo leggila non te ne pentirai! :)

      Elimina